Lo Studio Legale Nappo nasce con l’obiettivo di offrire alla Clientela assistenza e consulenza con particolare attenzione alle questioni riguardanti il diritto commerciale e societario, la protezione dei dati, i marchi e brevetti, nonché del diritto del lavoro e previdenziale, offrendo al cliente strumenti validi e continuità del servizio, serietà, competenza, preparazione e celerità d’azione per rispondere in tempo reale alle problematiche sottoposte. L’attività professionale offerta è sia di carattere stragiudiziale, sia di carattere giudiziale avanti a tutte le Magistrature. Attualmente l'Avv. Milena Nappo è DPO Certificato, ed è inserito nell'elenco dei legali esterni di ANAS Emilia Romagna e del Comune di Terre del Reno, è consigliere del Gruppo Giovani Imprenditori CNA di Ferrara e membro del CID CNA Impresa Donna Ferrara, è consulente per ASPPI Ferrara - Poggio Renatico, e fa parte della prestigiosa associazione Fidapa BPW Italy. Lo Studio Legale Nappo si avvale inoltre della collaborazione professionale degli Avv.ti Federica Corazzari e Daniela Vitali del Foro di Ferrara. L'Avv. Federica Corazzari vanta una consolidata esperienza in materie quali diritto penale, recupero credito, eredità e amministrazioni di sostegno. L'Avv. Daniela Vitali è professionista iscritta nell'Albo speciale per il patrocinio davanti alle giurisdizioni superiori che opera proficuamente da oltre dieci anni nei settori del diritto penale, famiglia, separazioni, divorzi e amministrazioni di sostegno.

ANIMALI: NON ABBANDONIAMOLI

L'abbandono di un animale da compagnia è un comportamento dalle importanti conseguenze penali.

Il codice penale, infatti, punisce questo gesto con l’arresto fino ad un anno o l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. La stessa pena viene applicata quando un animale viene tenuto in stato di cattività, e dunque non viene abbandonato, ma viene tenuto in condizioni che contrastano con la sua natura e generandogli sofferenza. E’ il caso dei cani tenuti ad una catena cortissima.

Anche la Corte di Cassazione, chiamata ad intervenire in più occasioni, ha sentenziato che «costituiscono maltrattamenti, idonei ad integrare il reato di abbandono di animali, non soltanto i comportamenti che offendono il comune sentimento di pietà e mitezza verso gli animali per la loro manifesta crudeltà, ma anche quelle condotte che incidono sulla sensibilità psico-fisica dell’animale, procurandogli dolore e afflizione».

Se sei a conoscenza di situazioni lesive della dignità di animali da compagnia o di qualcuno che ha abbandonato il proprio animale domestico, non tacere. Rivolgiti immediatamente a un organo di Polizia Giudiziaria affinché possa intervenire.



Se temi di non riuscire a gestire correttamente la situazione, contattaci. Lo Studio potrà offrirti un servizio onesto e completo per tutti i passi necessari.

Nessun commento:

Posta un commento